Alle Roncole – Ristorante con Locanda

logo alle roncole

Indirizzo:

Via Processione, 179
43011, Roncole Verdi, Comune di Busseto
Parma - IT

 

Contatti:

Phone: 0524/930015
Fax: 0524/931595
Mail: info@alleroncole.it
Website: www.alleroncole.it
Facebook: www.facebook.com/Ristorante-con-Locanda-Alle-Roncole

Un po’ di informazioni:

Il ristorante si trova nel centro della frazione di Roncole Verdi, famosa per aver dato i natali al Maestro Giuseppe Verdi. Qui ha abitato e lavorato anche Giovannino Guareschi, che vi aprì un bar, da poco restaurato e gestito dagli stessi proprietari del Ristorante Alle Roncole.
Monica e Carduccio Pedretti propongono ai clienti piatti della tradizione parmigiana e della Bassa Parmense preparati con materie prime fresche e selezionate.
I salumi, serviti con torta fritta fatta al momento, sono prodotti da papà Nereo senza conservanti e stagionati nella cantina interrata e con pavimento di mattoni: culatello, fiocchetto, spalla, coppa, salame e pancetta.
I primi piatti sono un trionfo della pasta fresca, preparata ogni giorno: tortelli, anolini, tagliatelle, pisarei.
I secondi privilegiano la carne di maiale e di vitello; da provare i fagioli con le cotiche: piatto contadino saporito e nutriente.
Tra i dolci si serve anche il mitico “cacio bavarese”: un semifreddo ricco e goloso, molto amato da Giuseppe Verdi.
Il ristorante è iscritto all’AIC (Associazione Italiana Celiachia) e, su richiesta, prepara menu senza glutine.
Ha un salone per feste, cerimonie e concerti, aria condizionata e parcheggio.

 

Giorno di chiusura:
Giovedì.

 

Come raggiungerci:
- Da Milano o Bologna: sulla A1, uscire a Fidenza, in direzione Soragna e quindi Roncole Verdi – Km 15.
- Da Brescia: uscita a Castelvetro Piacentino, direzione Villanova sull’Arda, Busseto, Roncole Verdi – Km 16.
- Da Parma, direzione Fontanellato, poi direzione Soragna – Roncole – Km 35.
- Da Castell’Arquato (PC): SP31 direzione via Rimale, poi direzione Roncole – Km 25.
- Da Salsomaggiore Terme (PR): SP359, direzione Fidenza, poi direzione Roncole – Km 22.
- Da Chiaravalle della Colomba (PC): seguire le indicazioni per Busseto e poi per Roncole – Km 15.
- Da Fidenza (PR): SP 12 verso Soragna, poi SP 11, direzione Roncole – Km 15.
- Da Fontanellato (PR): direzione Soragna - Km 12.
- Da Soragna (PR): SP 11, direzione Roncole – Km 5.
- Da Busseto (PR): SP 11, direzione Roncole – Km 5.

 

La nostra Proposta

Mousse di culatello

 Grass pist con polenta

i nostri salumi con torta fritta

 

********

Risotto con strolghino e rosmarino

Tortelloni di spalla cotta

 

*******

Filetto di maiale con mele e Calvados

mariola con mostarda,

costine di maiale

 

******

dolce della casa (a scelta)

 

******

acqua,

caffè e digestivo

€. 35, 00 a persona (coperto incluso)

Vini esclusi

 

menu disponibile tutti i giorni a pranzo e cena

(mercoledì chiuso) - prenotazione obbligatoria

Glossario

  • Culatello

    Il culatello viene comunemente identificato come un salume insaccato in un involucro naturale, che solitamente è la vescica del maiale. Grazie anche al prestigioso riconoscimento Europeo di Denominazione d’Origine Protetta – DOP (ottenuto con regolamento CE n°1263/96). Un prodotto di salumeria costituito dalla parte anatomica del fascio di muscoli crurali posteriori ed interni della coscia del suino, opportunamente mondati in superficie e rifilati fino ad ottenere la classica forma a “pera”.

  • Fiocchetto

    Il fiocco di culatello viene considerato il fratello minore del culatello.Sezionata la coscia posteriore del suino, tolto il culatello, il pezzo di carne che rimane è destinato alla lavorazione del fiocchetto che è quindi la seconda parte nobile della coscia. Le dimensioni ridotte e la sua magrezza lo rendono pronto al taglio in meno tempo rispetto a quello del culatello; la sua stagionatura è attorno agli otto mesi.Questo però non lo priva del profumo e del gusto che lo contraddistinguono.

  • Coppa

    Fatto con la parte dorsale del maiale vicina al collo, salata e opportunamente stagionata, la coppa, viene insaccata in budello naturale, legata con dello spago di canapa e lasciata riposare in essicatoi per un periodo di almeno sei mesi. La coppa è anche uno dei salumi più nutrienti, dal profumo dolce e dal gusto delicato. É il clima che rende questo salume un prodotto davvero eccezionale, apprezzato da tutti, profumato, morbido e mai secco.

  • Strolghino

    É un piccolo salame tipico della Bassa Parmense, è prodotto con la carne ottenuta dalla lavorazione del Culatello. La scelta accurata delle carni e degli ingredienti è una fase essenziale per la buona riuscita del salame. E dopo la macinatura, l’impasto viene insaccato in un budello estremamente sottile che ne accelera l’asciugatura e lo porta a maturazione in poco tempo.Delicato e leggero nel gusto, va mangiato ancora morbido.

  • Spalla cotta

    La spalla cotta di San Secondo è un prelibato salume tradizionale di Parma che viene prodotto in un’area ristretta della pianura parmense, di cui San Secondo è l’epicentro.La spalla cotta è ricavata dalla spalla anteriore del suino, la scapola, che dopo essere stata disossata, viene fatta riposare cruda negli aromi per 15 giorni. Trascorso questo periodo, viene legata a mano in modo da conferire al salume l’aspetto di una grossa sfera, quindi viene fatta stagionare per 25/30 giorni.

  • Mariola

    La Mariola è un insaccato italiano a base di carne suina Presidio slow food, nonché prodotto agroalimentare tradizionale[1], tipico di alcune zone dell'Emilia Romagna e della Lombardia
    Salume di antica origine, veniva un tempo preparata ai primi di dicembre, periodo in cui il suino raggiungeva il peso ottimale per la macellazione e il clima freddo dell'inverno favoriva la conservazione della carne. Grazie alla lunga stagionatura la mariola poteva essere conservata sino a 12 mesi, divenendo così