Trattoria Leon D'Oro

Logo Leon D'oro

Trattoria Leon d'Oro

Piazza Garibaldi 43

Loc. Zibello - Polesine Zibello

Parma

tel 052499140

whatsapp 3335635057

info@leondorozibello.it

rosalba.scaglioni@gmail.com

www.leondorozibello.it

 

La nostra Proposta

 

Ciccioli per gradire

Culatello di Zibello e Strolghino con verdure in agrodolce

Lardo delle nostre conche e Pancetta arrotolata con focaccia calda

Pasta di salame al vino bianco con pezzettini di polenta

Gnocchi aperti di Zibello al ragù di strolghino

Mezze maniche ripiene di luganega in brodo in terza

Mariola con purè e mostarda fatta in casa

Costine agli aromi con patate

I torroncini al cioccolato e la frutta sotto spirito dei racconti di Giovannino Guareschi

 

Caffè

E 37.00 a persona

E 25.00 per i bambini

bevande escluse

Glossario

  • Culatello

    Il culatello viene comunemente identificato come un salume insaccato in un involucro naturale, che solitamente è la vescica del maiale. Grazie anche al prestigioso riconoscimento Europeo di Denominazione d’Origine Protetta – DOP (ottenuto con regolamento CE n°1263/96). Un prodotto di salumeria costituito dalla parte anatomica del fascio di muscoli crurali posteriori ed interni della coscia del suino, opportunamente mondati in superficie e rifilati fino ad ottenere la classica forma a “pera”.

  • Strolghino

    É un piccolo salame tipico della Bassa Parmense, è prodotto con la carne ottenuta dalla lavorazione del Culatello. La scelta accurata delle carni e degli ingredienti è una fase essenziale per la buona riuscita del salame. E dopo la macinatura, l’impasto viene insaccato in un budello estremamente sottile che ne accelera l’asciugatura e lo porta a maturazione in poco tempo.Delicato e leggero nel gusto, va mangiato ancora morbido.

  • Mariola

    La Mariola è un insaccato italiano a base di carne suina Presidio slow food, nonché prodotto agroalimentare tradizionale[1], tipico di alcune zone dell'Emilia Romagna e della Lombardia
    Salume di antica origine, veniva un tempo preparata ai primi di dicembre, periodo in cui il suino raggiungeva il peso ottimale per la macellazione e il clima freddo dell'inverno favoriva la conservazione della carne. Grazie alla lunga stagionatura la mariola poteva essere conservata sino a 12 mesi, divenendo così